Bufalino, Moro e il congiuntivo:una questione di vita o di morte (alla lettera?)