Testo di Riccardo Dell'Osso