Il gioco come attività pratico-noetica