La prelazione legale e volontaria