A proposito delle poesie per musica di Fortini