I dati umani alla prova del machine learning