Jean Lorrain e il canovaccio fantastico