Baudelaire e la costruzione del corpo moderno