Nel breve saggio si pone il problema se il riferimento al poliedrico principio di sussidiarietà abbia realmente innovato il riparto delle competenze tra Stato e Regioni del Titolo V, a seguito della riforma intervenuta con L. Cost. 18 ottobre 2001, n. 3.

Che fine ha fatto la sussidiarietà “verticale” nel riparto di competenze delineato nel Titolo V della seconda parte della Costituzione?

LEOTTA, FRANCESCA
Primo
2016-01-01

Abstract

Nel breve saggio si pone il problema se il riferimento al poliedrico principio di sussidiarietà abbia realmente innovato il riparto delle competenze tra Stato e Regioni del Titolo V, a seguito della riforma intervenuta con L. Cost. 18 ottobre 2001, n. 3.
9788892101166
SUSSIDIARIETÀ, COMPETENZE, TITOLO V
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/83673
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact