Le prescrizioni del giudice civile tra coazione e consenso