“Ridursi ai princìpi”. Resistenza della critica e dell’insegnamento della letteratura