Identità e differenze temporali. Su Heidegger e Ricoeur