The Marche region has valuable thermal water resources and many historic venues, but the spa sector faces a state of ongoing weakness, for the failure of the quality of hospitality and weak entrepreneurial and political general setting. The present work, after describing the geographical spread of the thermal destinations in the Marche, reports results of a survey among entrepreneurs and policymakers, in order to highlight the future attractiveness, strengths and weaknesses of the sector and the promotion policy to be undertaken. Findings show it is the entrepreneurial and political impossibility of treating the regional spas as a unique system that precludes the effective and efficient exploitation of the thermal resources.

Le località termali italiane hanno perso da molto tempo il fascino originario come luoghi di loisir delle classi sociali agiate. Il termalismo si è progressivamente trasformato da una forma di turismo elegante in attività di ospitalità rivolta prevalentemente ai cosiddetti “curisti”. Le potenzialità di un rilancio come turismo orientato al well-being non mancano, mentre l’attività di ridefinizione dell’ospitalità, come forme e qualità, sembra debole per carenza sia di investimenti privati sia di chiare scelte politiche. La regione Marche che, come molte altre italiane, ha numerose risorse termali di pregio e vanta destinazioni di storica frequentazione, si trova oggi in una condizione di periferica debolezza, per il mancato adeguamento qualitativo dell’offerta e per il contesto imprenditoriale, che si va indebolendo anche perché non sostenuto da interventi pubblici credibili. Il lavoro, dopo avere descritto la diffusione geografica delle terme marchigiane, analizzandone i caratteri salienti, riporta i risultati di una indagine svolta presso imprenditori e policymakers di settore allo scopo di evidenziare la capacità attrattiva dei luoghi termali, i punti di forza e di debolezza del settore e le possibili azioni di promozione da intraprendere. È soprattutto l’incapacità, imprenditoriale e politica, di trattare il termalismo regionale come un sistema unico che, nell’opinione degli intervistati, impedisce l’effettiva ed efficace valorizzazione delle pur notevoli risorse.

L’ospitalità nei luoghi termali delle Marche. E’ possibile una politica di rinnovamento?

CANNIZZARO, SALVATORE;
2016

Abstract

Le località termali italiane hanno perso da molto tempo il fascino originario come luoghi di loisir delle classi sociali agiate. Il termalismo si è progressivamente trasformato da una forma di turismo elegante in attività di ospitalità rivolta prevalentemente ai cosiddetti “curisti”. Le potenzialità di un rilancio come turismo orientato al well-being non mancano, mentre l’attività di ridefinizione dell’ospitalità, come forme e qualità, sembra debole per carenza sia di investimenti privati sia di chiare scelte politiche. La regione Marche che, come molte altre italiane, ha numerose risorse termali di pregio e vanta destinazioni di storica frequentazione, si trova oggi in una condizione di periferica debolezza, per il mancato adeguamento qualitativo dell’offerta e per il contesto imprenditoriale, che si va indebolendo anche perché non sostenuto da interventi pubblici credibili. Il lavoro, dopo avere descritto la diffusione geografica delle terme marchigiane, analizzandone i caratteri salienti, riporta i risultati di una indagine svolta presso imprenditori e policymakers di settore allo scopo di evidenziare la capacità attrattiva dei luoghi termali, i punti di forza e di debolezza del settore e le possibili azioni di promozione da intraprendere. È soprattutto l’incapacità, imprenditoriale e politica, di trattare il termalismo regionale come un sistema unico che, nell’opinione degli intervistati, impedisce l’effettiva ed efficace valorizzazione delle pur notevoli risorse.
Thermal destinations, The Marche region, Tourism, Case study. ; Luoghi termali, Le Marche, Turismo, Caso studio.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Can_Cor_TermeMarche.pdf

accesso aperto

843.93 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/21801
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact