«La lezione della ricostruzione», a colloquio con G. Dato