Obiettivi didattici. Descrivere le caratteristiche RM dei diversi tipi di leiomiomi uterini.Introduzione. I leiomiomi sono i tumori ginecologici più frequenti. La risonanza magnetica (RM) è la metodicadi imaging più accurata per la diagnosi e la localizzazione dei leiomiomi. La diagnosi differenziale include adenomiosi,masse annessiali solide, contrazione focale del miometrio, leiomiosarcoma uterino.Tecnica d’esame. I leiomiomi sono tumori benigni costituiti da cellule muscolari lisce, intrecciate in fascettiseparati tra loro da tessuto connettivo ben vascolarizzato. Solitamente asintomatici, possono anche presentarsicon metrorragia, dolore addominale ed infertilità. Possono essere singoli o più frequentemente multipli e possonoavere dimensioni variabili. Quando raggiungono grandi dimensioni l’apporto di sangue può essere insufficiente;ne risultano diversi tipi di degenerazione: ialina, mixoide, cistica, emorragica.I leiomiomi non degenerati hanno caratteristiche RM tipiche: si presentano come masse ben delimitate con intensitàdi segnale omogenea, più bassa rispetto a quella del miometrio circostante nelle sequenze T2-ponderate.I leiomiomi ipercellulari, caratterizzati da un’aumentata cellularità in assenza di necrosi coagulativa o atipia, hannoun’intensità di segnale più elevata nelle sequenze T2-ponderate. I leiomiomi degenerati hanno un comportamentovariabile nelle sequenze T2-ponderate ed in quelle T1-ponderate acquisite prima e dopo somministrazionedi m.d.c. La diagnosi differenziale con i leiomiosarcomi, caratterizzati da aree di emorragia e necrosi e spesso damargini irregolari, può essere difficile e a volte soltanto istopatologica.Conclusioni. La RM è la tecnica di imaging più accurata per l’identificazione e la localizzazione dei leiomiomiuterini. La caratterizzazione dei leiomiomi, spesso possibile con la RM, richiede una conoscenza degli aspetti anatomopatologicie dei reperti di imaging che caratterizzano i vari tipi di degenerazione. L’apporto della RM nellascelta della corretta strategia terapeutica e nel controllo dopo terapia è insostituibile.

Imaging RM dei leiomiomi uterini

FOTI, Pietro Valerio;PALMUCCI, STEFANO;CALTABIANO, ROSARIO;MILONE, Pietro;
2015

Abstract

Obiettivi didattici. Descrivere le caratteristiche RM dei diversi tipi di leiomiomi uterini.Introduzione. I leiomiomi sono i tumori ginecologici più frequenti. La risonanza magnetica (RM) è la metodicadi imaging più accurata per la diagnosi e la localizzazione dei leiomiomi. La diagnosi differenziale include adenomiosi,masse annessiali solide, contrazione focale del miometrio, leiomiosarcoma uterino.Tecnica d’esame. I leiomiomi sono tumori benigni costituiti da cellule muscolari lisce, intrecciate in fascettiseparati tra loro da tessuto connettivo ben vascolarizzato. Solitamente asintomatici, possono anche presentarsicon metrorragia, dolore addominale ed infertilità. Possono essere singoli o più frequentemente multipli e possonoavere dimensioni variabili. Quando raggiungono grandi dimensioni l’apporto di sangue può essere insufficiente;ne risultano diversi tipi di degenerazione: ialina, mixoide, cistica, emorragica.I leiomiomi non degenerati hanno caratteristiche RM tipiche: si presentano come masse ben delimitate con intensitàdi segnale omogenea, più bassa rispetto a quella del miometrio circostante nelle sequenze T2-ponderate.I leiomiomi ipercellulari, caratterizzati da un’aumentata cellularità in assenza di necrosi coagulativa o atipia, hannoun’intensità di segnale più elevata nelle sequenze T2-ponderate. I leiomiomi degenerati hanno un comportamentovariabile nelle sequenze T2-ponderate ed in quelle T1-ponderate acquisite prima e dopo somministrazionedi m.d.c. La diagnosi differenziale con i leiomiosarcomi, caratterizzati da aree di emorragia e necrosi e spesso damargini irregolari, può essere difficile e a volte soltanto istopatologica.Conclusioni. La RM è la tecnica di imaging più accurata per l’identificazione e la localizzazione dei leiomiomiuterini. La caratterizzazione dei leiomiomi, spesso possibile con la RM, richiede una conoscenza degli aspetti anatomopatologicie dei reperti di imaging che caratterizzano i vari tipi di degenerazione. L’apporto della RM nellascelta della corretta strategia terapeutica e nel controllo dopo terapia è insostituibile.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/242266
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact