Metafore della trasposizione del sé nella poesia di Cesare Cellini