TRADURRE LA POESIA: UN PERCORSO POSSIBILE TRA SEGNI E PAROLE