I test ‘proiettivi’. Radiografie della mente?