l crescente bisogno di maggiore sicurezza e di qualità alimentare da parte del consumatore moderno, ha impresso al mercato dei prodotti biologici un trend positivo. Il regolamento sulla certificazione biologica delle produzioni vegetali e dei loro trasformati è stato introdotto solo nel 2012, dopo un lungo e tortuoso iter burocratico. Tuttavia, numerosi appaiono i coni d’ombra che destano perplessità tra i produttori i quali, ad esempio,esprimono pareri discordanti sull’elevata quantità dei solfiti ammissibili. la presente indagine cerca di fornire delle risposte a tale dilemma.

LE ALLETTANTI PROMESSE DEL VINO BIO SENZA SOLFITI

D'AMICO, Mario
2013

Abstract

l crescente bisogno di maggiore sicurezza e di qualità alimentare da parte del consumatore moderno, ha impresso al mercato dei prodotti biologici un trend positivo. Il regolamento sulla certificazione biologica delle produzioni vegetali e dei loro trasformati è stato introdotto solo nel 2012, dopo un lungo e tortuoso iter burocratico. Tuttavia, numerosi appaiono i coni d’ombra che destano perplessità tra i produttori i quali, ad esempio,esprimono pareri discordanti sull’elevata quantità dei solfiti ammissibili. la presente indagine cerca di fornire delle risposte a tale dilemma.
Vino Biologico; solfiti; Reg. UE n. 203/2012
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/30634
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact