"Rubè" di Borgese, «inquieto e inquietante» romanzo dell’ambivalenza