In the framework of Aramaic epigraphy of the Hellenistic and Roman periods, it is possible to single out the important testimony of Hatran inscriptions. Hatra was the seat of an independent kingdom of northern Mesopotamia, within the Parthian sphere of influence, between the 1st and the 3rd century AD. Between 1987 and 1995 the Missione Archeologica Italiana a Hatra (Università di Torino) dug out a large residential building (Edificio A). Among the remains of Edificio A, a series of inscriptions were found. Some of them were carved on stone, while others were painted with bitumen. A good deal of graffiti was discovered on the walls of the building. The epigraphic material coming from Edificio A was partly published, but the graffiti and a short inscription on an incense-altar were not studied at all. The article features all the unpublished texts coming from Edificio A. Some of the texts dealt with here provide useful linguistic data as regards the Hatran variety of Mesopotamian Aramaic, not to mention their utility in the comparative analysis of Hatran Aramaic and Old Syriac of Osrhoene.

Nell'ambito dell'epigrafia aramaica del periodo ellenistico e romano si colloca l'importante testimonianza delle iscrizioni di Hatra, città della Mesopotamia nord-occidentale sede di un regno indipendente nell'orbita dell'impero partico tra I e III sec. d.C. Tra il 1987 e il 1995 la Missione Archeologica Italiana a Hatra (Università di Torino) ha portato alla luce in questo sito un ampio edificio residenziale (Edificio A), all'interno del quale sono state rinvenute alcune iscrizioni incise su pietra, altre dipinte con bitume e anche numerosi graffiti. Parte del materiale epigrafico è stato pubblicato poco dopo gli scavi, ma sono rimasti inediti i graffiti e una iscrizione incisa su un piccolo altare per l'offerta dell'incenso. L'articolo presenta tutto il materiale epigrafico inedito dell'Edificio A di Hatra e fornisce ulteriori dati linguisitici che contribuiscono a descrivere meglio la varietà aramaica hatrena, senza trascurare le possibili contiguità con le varietà aramaiche coeve attestate in aree limitrofe, in primis il siriaco antico delle iscrizioni dell'Osroene.

Varia Epigraphica Hatrena

MORIGGI, MARCO
2010

Abstract

Nell'ambito dell'epigrafia aramaica del periodo ellenistico e romano si colloca l'importante testimonianza delle iscrizioni di Hatra, città della Mesopotamia nord-occidentale sede di un regno indipendente nell'orbita dell'impero partico tra I e III sec. d.C. Tra il 1987 e il 1995 la Missione Archeologica Italiana a Hatra (Università di Torino) ha portato alla luce in questo sito un ampio edificio residenziale (Edificio A), all'interno del quale sono state rinvenute alcune iscrizioni incise su pietra, altre dipinte con bitume e anche numerosi graffiti. Parte del materiale epigrafico è stato pubblicato poco dopo gli scavi, ma sono rimasti inediti i graffiti e una iscrizione incisa su un piccolo altare per l'offerta dell'incenso. L'articolo presenta tutto il materiale epigrafico inedito dell'Edificio A di Hatra e fornisce ulteriori dati linguisitici che contribuiscono a descrivere meglio la varietà aramaica hatrena, senza trascurare le possibili contiguità con le varietà aramaiche coeve attestate in aree limitrofe, in primis il siriaco antico delle iscrizioni dell'Osroene.
In the framework of Aramaic epigraphy of the Hellenistic and Roman periods, it is possible to single out the important testimony of Hatran inscriptions. Hatra was the seat of an independent kingdom of northern Mesopotamia, within the Parthian sphere of influence, between the 1st and the 3rd century AD. Between 1987 and 1995 the Missione Archeologica Italiana a Hatra (Università di Torino) dug out a large residential building (Edificio A). Among the remains of Edificio A, a series of inscriptions were found. Some of them were carved on stone, while others were painted with bitumen. A good deal of graffiti was discovered on the walls of the building. The epigraphic material coming from Edificio A was partly published, but the graffiti and a short inscription on an incense-altar were not studied at all. The article features all the unpublished texts coming from Edificio A. Some of the texts dealt with here provide useful linguistic data as regards the Hatran variety of Mesopotamian Aramaic, not to mention their utility in the comparative analysis of Hatran Aramaic and Old Syriac of Osrhoene.
Middle Aramaic; Mesopotamian Aramaic Epigraphy; Hatra; Medio aramaico; Epigrafia aramaica di Mesopotamia; Dialettologia aramaica; Aramaic Dialectology
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/32801
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact