A PROPOSITO DI DUE PASSI DELLA PARAFRASI DEL LIBRO DI GIOSUÈ NEL POEMA DELL’HEPTATEUCHOS