University of Catania: management of maintenance services Places intended for training, in recent years, have been the centre of increasing attention: the widespread con-dition of degradation and insecurity have prompted the search for more effective management systems. In the case of the university real estate assets, the continuity of the conditions of efficiency is essential to achieve the social benefits determined by the institutional mission of the Universities. Moreover, the limited public financial resources highlight the need to adopt policies that can limit management costs over time. Through the pilot case of the University of Catania, a new model of university heritage management was defined, based on the revision of roles and responsibilities, as well as on the optimisation of activities in relation to the use requirements of the buildings. The key element of the proposed management model is the active participation of users.

I luoghi destinati alla formazione sono stati, negli ultimi anni, al centro di crescente attenzione: la diffusa condizio-ne di degrado e insicurezza hanno sollecitato la ricerca di più efficaci sistemi di gestione. Nel caso dei patrimoni immobiliari universitari, la continuità delle condizioni di efficienza risulta indispensabile per conseguire i benefici sociali determinati dalla missione istituzionale delle Università. Le limitate risorse finanziarie pubbliche, inoltre, evidenziano l’esigenza di adottare politiche in grado di limitare i costi di gestione nel tempo. Attraverso il caso pilota dell’Università di Catania, è stato definito un nuovo modello di gestione del patrimonio universitario, basato sulla revisione dei ruoli e delle responsabilità, così come sull’ottimizzazione delle attività in relazione alle esigenze d’uso degli immobili. Elemento chiave del modello di gestione proposto è la partecipazione attiva degli utenti.

Università di Catania: la gestione dei servizi manutentivi

Stefania De Medici
;
Carla Senia
2019

Abstract

I luoghi destinati alla formazione sono stati, negli ultimi anni, al centro di crescente attenzione: la diffusa condizio-ne di degrado e insicurezza hanno sollecitato la ricerca di più efficaci sistemi di gestione. Nel caso dei patrimoni immobiliari universitari, la continuità delle condizioni di efficienza risulta indispensabile per conseguire i benefici sociali determinati dalla missione istituzionale delle Università. Le limitate risorse finanziarie pubbliche, inoltre, evidenziano l’esigenza di adottare politiche in grado di limitare i costi di gestione nel tempo. Attraverso il caso pilota dell’Università di Catania, è stato definito un nuovo modello di gestione del patrimonio universitario, basato sulla revisione dei ruoli e delle responsabilità, così come sull’ottimizzazione delle attività in relazione alle esigenze d’uso degli immobili. Elemento chiave del modello di gestione proposto è la partecipazione attiva degli utenti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/362440
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact