Janus’ epiphany of Ov. fast. i 93-100 combines τόποι stemming from different literary patterns: from ἔπος to ekphrastic poetry. Such a mixtio generum belongs to the Alexandrine tradition and primarily emphasises the epigrammatic motif of the stupor for the mirabilia: in v. 97 is indeed described the poet’s awe due to the unexpected apparition of the god. This is a passage in which the manuscript tradition alternates extimui, usually accepted by editors, with obstupui, which however seems preferable for a twofold argument: for technical rhetorical reasons, and for a comparison with a neglected quotation of a verse contained in an anonymous 10th century hagiography.

L’epifania di Giano di Ov. fast. i 93-100 intreccia τόποι di diversa matrice letteraria: dall’ἔπος alla poesia ecfrastica. Una mixtio generum di ascendenza alessandrina, che dà particolare rilievo al motivo epigrammatico dello stupor per i mirabilia: al v. 97 è infatti descritto lo sgomento del poeta per l’improvvisa apparizione del dio, un passo in cui la tradizione manoscritta alterna extimui, generalmente accolto dagli editori, ad obstupui, che appare preferibile sia per ragioni tecnico-retoriche sia per il confronto con una negletta citazione del verso in un’anonima agiografia del X sec.

L’epifania di Giano in Ov. fast. 1, 93-100: un esempio di mixtio generum

Orazio Portuese
2017

Abstract

L’epifania di Giano di Ov. fast. i 93-100 intreccia τόποι di diversa matrice letteraria: dall’ἔπος alla poesia ecfrastica. Una mixtio generum di ascendenza alessandrina, che dà particolare rilievo al motivo epigrammatico dello stupor per i mirabilia: al v. 97 è infatti descritto lo sgomento del poeta per l’improvvisa apparizione del dio, un passo in cui la tradizione manoscritta alterna extimui, generalmente accolto dagli editori, ad obstupui, che appare preferibile sia per ragioni tecnico-retoriche sia per il confronto con una negletta citazione del verso in un’anonima agiografia del X sec.
Janus’ epiphany of Ov. fast. i 93-100 combines τόποι stemming from different literary patterns: from ἔπος to ekphrastic poetry. Such a mixtio generum belongs to the Alexandrine tradition and primarily emphasises the epigrammatic motif of the stupor for the mirabilia: in v. 97 is indeed described the poet’s awe due to the unexpected apparition of the god. This is a passage in which the manuscript tradition alternates extimui, usually accepted by editors, with obstupui, which however seems preferable for a twofold argument: for technical rhetorical reasons, and for a comparison with a neglected quotation of a verse contained in an anonymous 10th century hagiography.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
O. Portuese, L’epifania di Giano in Ov. fast. 1, 93-100 un esempio di mixtio generum, «Res Publica Litterarum» 40, 2017.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Dimensione 346.61 kB
Formato Adobe PDF
346.61 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/362741
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact