Ancora sul proconsolato del principe alla luce della documentazione epigrafica