Tra pensiero giuridico e legislazione imperiale