La consapevolezza della rilevanza e gravità dell’ingerenza del sistema sociale mafiogeno nelle dinamiche della vita democratica della Sicilia e le sue conseguenze sulle possibilità di riscatto e crescita economica e sociale dell’isola ha indotto, negli ultimi anni, l’Ateneo di Catania a istituire - insieme a Libera, Save the Children e a numerose altre associazioni di volontariato che operano in Sicilia nei campi dell’antimafia attiva - laboratori didattici interdipartimentali aperti alla società civile e volti ad accrescere la consapevolezza critica e la cultura dell’antimafia degli studenti e, più in generale, degli abitanti dell’isola. Nell’esperienza di questi laboratori didattici, che costituiscono parte importante del programma di Terza Missione che l’Ateneo ha adottato, si inserisce l’attività del laboratorio dedicato ai “Paesaggi delle mafie”. Questo laboratorio parte dalla constatazione che molte delle politiche di contrasto alle mafie, messe sino a oggi in campo, non solo non hanno prodotto i risultati attesi, ma in alcuni contesti hanno spesso contribuito al loro rafforzamento oltre che a radicalizzare nelle comunità una sfiducia verso le istituzioni. In questo scritto si intende restituire una prima sintetica rassegna dei quadri epistemologici e metodologici del Laboratorio di didattica sui “Paesaggi delle Mafie”, oltre che una prima riflessione sulle attività in corso.

L'esperienza del Laboratorio didattico Paesaggi delle Mafie

Filippo Gravagno
;
Giusy Pappalardo;
2016

Abstract

La consapevolezza della rilevanza e gravità dell’ingerenza del sistema sociale mafiogeno nelle dinamiche della vita democratica della Sicilia e le sue conseguenze sulle possibilità di riscatto e crescita economica e sociale dell’isola ha indotto, negli ultimi anni, l’Ateneo di Catania a istituire - insieme a Libera, Save the Children e a numerose altre associazioni di volontariato che operano in Sicilia nei campi dell’antimafia attiva - laboratori didattici interdipartimentali aperti alla società civile e volti ad accrescere la consapevolezza critica e la cultura dell’antimafia degli studenti e, più in generale, degli abitanti dell’isola. Nell’esperienza di questi laboratori didattici, che costituiscono parte importante del programma di Terza Missione che l’Ateneo ha adottato, si inserisce l’attività del laboratorio dedicato ai “Paesaggi delle mafie”. Questo laboratorio parte dalla constatazione che molte delle politiche di contrasto alle mafie, messe sino a oggi in campo, non solo non hanno prodotto i risultati attesi, ma in alcuni contesti hanno spesso contribuito al loro rafforzamento oltre che a radicalizzare nelle comunità una sfiducia verso le istituzioni. In questo scritto si intende restituire una prima sintetica rassegna dei quadri epistemologici e metodologici del Laboratorio di didattica sui “Paesaggi delle Mafie”, oltre che una prima riflessione sulle attività in corso.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/373204
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact