Il biodiritto tra coazione, coesistenza, compassione