Percorsi temporali e spaziali in “Terre insanguinate“ di Didò Sotiriou