Gesualdo Bufalino, ieri e oggi nella Sicilia “ammiscata”