L'A. esamina le prospettive di sviluppo del dialogo e della contrattazione collettiva europei. Particolare attenzione è dedicata alla sentenza del Tribunale Ue del 24.10.2019 sul caso EPSU e alla interpretazione fornita da quella pronuncia all'art. 155, § 2, TFUE. Quest'ultima disposizione, che riguarda le modalità di "attuazione" dei contratti collettivi europei, si è recentemente rivelata di difficile interpretazione e ha posto al centro di nuove controversie e dibattiti il delicato rapporto fra Commissione europea e parti sociali nel cd. "procedimento integrato" di contrattazione collettiva disciplinato dagli artt. 154 -155 TFUE..

Che fine ha fatto la contrattazione collettiva europea?

Alaimo Anna
2020-01-01

Abstract

L'A. esamina le prospettive di sviluppo del dialogo e della contrattazione collettiva europei. Particolare attenzione è dedicata alla sentenza del Tribunale Ue del 24.10.2019 sul caso EPSU e alla interpretazione fornita da quella pronuncia all'art. 155, § 2, TFUE. Quest'ultima disposizione, che riguarda le modalità di "attuazione" dei contratti collettivi europei, si è recentemente rivelata di difficile interpretazione e ha posto al centro di nuove controversie e dibattiti il delicato rapporto fra Commissione europea e parti sociali nel cd. "procedimento integrato" di contrattazione collettiva disciplinato dagli artt. 154 -155 TFUE..
Unione europea, dialogo sociale, contratti collettivi europei, Commissione, parti sociali
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
LD 2020 n 3 Alaimo.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Dimensione 244.54 kB
Formato Adobe PDF
244.54 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/501946
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact