I "motivi inerenti alla giurisdizione" e il gioco delle tre Corti