Lo scritto ha ad oggetto l’ordinanza 18 settembre 2020, n. 19598, con cui le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno sollevato una delicata questione pregiudiziale dinanzi alla Corte di Giustizia dell’Unione europea. Ed infatti si chiede, alla Corte UE, inter alia, di risolvere un conflitto interpretativo avente ad oggetto l’art. 111, co. 8, della Costituzione italiana. L’Autore, pur criticando la decisione della Cassazione, coglie spunti per riflettere in prospettiva de iure condendo sull’attuale modello di riparto tra le giurisdizioni.

I "motivi inerenti alla giurisdizione" e il gioco delle tre Corti

Ferro Giancarlo
2021

Abstract

Lo scritto ha ad oggetto l’ordinanza 18 settembre 2020, n. 19598, con cui le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno sollevato una delicata questione pregiudiziale dinanzi alla Corte di Giustizia dell’Unione europea. Ed infatti si chiede, alla Corte UE, inter alia, di risolvere un conflitto interpretativo avente ad oggetto l’art. 111, co. 8, della Costituzione italiana. L’Autore, pur criticando la decisione della Cassazione, coglie spunti per riflettere in prospettiva de iure condendo sull’attuale modello di riparto tra le giurisdizioni.
Costituzione - giurisdizione - rinvio pregiudiziale - Cassazione - Consiglio di Stato
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/510182
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact