Il tempo dell’educazione e della formazione è tempo vissuto, “promesso ad una forma” autenticamente umana; si sviluppa in storie, esplicite ed implicite, che attraversano identità personali, ma anche culturali e territoriali. La narrazione assolve alla funzio- ne di alimentare e tenere vivi legami e relazioni tra soggettività e gruppi, con un approccio di empowerment individuale e di comuni- tà. In tal senso, racconti e storie segnano territori che definiscono interrelazioni, edificano appartenenze, connettono memorie indi- viduali e memorie collettive, delimitano confini, disegnano politi- che. Orientati e progettati con finalità educative, racconti e riela- borazioni di esperienze che hanno segnato la vita dei territori possono diventare strumenti di costruzione e riconfigurazione di sé, memoria condivisa di comunità, dialoghi intergenerazionali. Il contributo presenta, altresì, le iniziative promosse presso la ‘Casa della memoria operante’ di Palermo, dal 2018 sede del Cen- tro Studi Borsellino.

Memoria e progettualità educativa. Spazi di incontro, di prossimità e di dialogo intergenerazionale

Tomarchio M.
;
D'Aprile G.
2021

Abstract

Il tempo dell’educazione e della formazione è tempo vissuto, “promesso ad una forma” autenticamente umana; si sviluppa in storie, esplicite ed implicite, che attraversano identità personali, ma anche culturali e territoriali. La narrazione assolve alla funzio- ne di alimentare e tenere vivi legami e relazioni tra soggettività e gruppi, con un approccio di empowerment individuale e di comuni- tà. In tal senso, racconti e storie segnano territori che definiscono interrelazioni, edificano appartenenze, connettono memorie indi- viduali e memorie collettive, delimitano confini, disegnano politi- che. Orientati e progettati con finalità educative, racconti e riela- borazioni di esperienze che hanno segnato la vita dei territori possono diventare strumenti di costruzione e riconfigurazione di sé, memoria condivisa di comunità, dialoghi intergenerazionali. Il contributo presenta, altresì, le iniziative promosse presso la ‘Casa della memoria operante’ di Palermo, dal 2018 sede del Cen- tro Studi Borsellino.
memoria, narrazione, educazione, territori, comunità
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/511084
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact