Massimo Planude. I Disticha Catonis tradotti in greco