Limiti e “controlimiti” alla circolazione dei giudicati nella giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo: il caso Wagner