The article faces the delicate subject of the relationships between the progressive flexibility and deregulation of the Italian labor market and the ambivalent results that such processes carry along, from the creation of new job opportunities for the more discriminated subjects, to the production of new social risks to which the social protection system doesn’t succeed more to give concrete answers. The investigation underlines like the transformation of the labor relationships has been accompanied from a progressive improvement of the occupational opportunities for the young people, above all the most educated. But, the flexible entering on the Italian labor market has amplified the historical territorial dualism. In the South, where more and more instability and precariousness seem to prevail, the consequences on the biographies of the young people overcome the economic dimension, threatening constantly the role of labor as identification and social integration factor.

L’articolo affronta il delicato tema delle relazioni tra la progressiva flessibilizzazione e deregolamentazione del mercato del lavoro italiano e gli esiti ambivalenti che tali processi si portano dietro, dalla creazione di nuove opportunità di inserimento per i soggetti più discriminati, alla produzione di nuovi rischi sociali ai quali il sistema delle sicurezze su cui si era fondato il secolo scorso non riesce più a dare risposte concrete. L’indagine sottolinea come la trasformazione dei rapporti di lavoro sia stata accompagnata da un progressivo miglioramento delle chance occupazionali per i giovani, soprattutto i più istruiti. Tuttavia, l’inserimento flessibile nel mercato del lavoro italiano ha per certi aspetti amplificato gli storici squilibri territoriali. Al Sud, dove sembrano prevalere sempre più instabilità e precarietà, le conseguenze sui percorsi biografici dei giovani vanno oltre la dimensione strettamente economica, minacciando costantemente il ruolo del lavoro come fattore di identificazione ed integrazione sociale.

Flessibilità e precarizzazione del rapporto di imipego: giovani meridionali tra rischio e nuove opportunità

AVOLA, MAURIZIO
2005-01-01

Abstract

L’articolo affronta il delicato tema delle relazioni tra la progressiva flessibilizzazione e deregolamentazione del mercato del lavoro italiano e gli esiti ambivalenti che tali processi si portano dietro, dalla creazione di nuove opportunità di inserimento per i soggetti più discriminati, alla produzione di nuovi rischi sociali ai quali il sistema delle sicurezze su cui si era fondato il secolo scorso non riesce più a dare risposte concrete. L’indagine sottolinea come la trasformazione dei rapporti di lavoro sia stata accompagnata da un progressivo miglioramento delle chance occupazionali per i giovani, soprattutto i più istruiti. Tuttavia, l’inserimento flessibile nel mercato del lavoro italiano ha per certi aspetti amplificato gli storici squilibri territoriali. Al Sud, dove sembrano prevalere sempre più instabilità e precarietà, le conseguenze sui percorsi biografici dei giovani vanno oltre la dimensione strettamente economica, minacciando costantemente il ruolo del lavoro come fattore di identificazione ed integrazione sociale.
The article faces the delicate subject of the relationships between the progressive flexibility and deregulation of the Italian labor market and the ambivalent results that such processes carry along, from the creation of new job opportunities for the more discriminated subjects, to the production of new social risks to which the social protection system doesn’t succeed more to give concrete answers. The investigation underlines like the transformation of the labor relationships has been accompanied from a progressive improvement of the occupational opportunities for the young people, above all the most educated. But, the flexible entering on the Italian labor market has amplified the historical territorial dualism. In the South, where more and more instability and precariousness seem to prevail, the consequences on the biographies of the young people overcome the economic dimension, threatening constantly the role of labor as identification and social integration factor.
Flessibilità del lavoro; Rischi; Opportunità; Differenze territoriali
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11769/52928
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact