This paper show the development and results of a project carried out in a high-school inside a prison, thanks to the prize “Italian Teacher Prize”, founded by Italian Ministry of Education, University and Research. The main characters of the project are students that are inmates – co-authors of the paper – who received a mathematical education to create a math lab and mathematics education centre, and then became guides for the lab. The name of the lab is “Vietato non toccare” (It is forbidden to do not touch), same name of the project that allowed its creation. The lab exhibits objects of mathematical interest, but contrary to traditional exhibitions, these object can – or rather must – be touched by visitors.

Questo articolo racconta e mostra i risultati di un progetto portato avanti nella sezione carceraria di una scuola secondaria superiore, grazie al premio “Italian Teacher Prize”, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. I protagonisti del progetto sono studenti reclusi - coautori dell’articolo - prima destinatari di una formazione matematica per la costruzione di un Laboratorio e Centro di formazione matematica e poi guide dello stesso Laboratorio. Il Laboratorio, intitolato “Vietato non toccare”, come il progetto che ne ha permesso la creazione, espone, sotto forma di mostra, degli oggetti di interesse matematico, che però, rispetto a una mostra tradizionale, possono - anzi, devono - essere toccati dai visitatori.

Vietato non toccare

Ferrarello D.
;
2021

Abstract

Questo articolo racconta e mostra i risultati di un progetto portato avanti nella sezione carceraria di una scuola secondaria superiore, grazie al premio “Italian Teacher Prize”, finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. I protagonisti del progetto sono studenti reclusi - coautori dell’articolo - prima destinatari di una formazione matematica per la costruzione di un Laboratorio e Centro di formazione matematica e poi guide dello stesso Laboratorio. Il Laboratorio, intitolato “Vietato non toccare”, come il progetto che ne ha permesso la creazione, espone, sotto forma di mostra, degli oggetti di interesse matematico, che però, rispetto a una mostra tradizionale, possono - anzi, devono - essere toccati dai visitatori.
This paper show the development and results of a project carried out in a high-school inside a prison, thanks to the prize “Italian Teacher Prize”, founded by Italian Ministry of Education, University and Research. The main characters of the project are students that are inmates – co-authors of the paper – who received a mathematical education to create a math lab and mathematics education centre, and then became guides for the lab. The name of the lab is “Vietato non toccare” (It is forbidden to do not touch), same name of the project that allowed its creation. The lab exhibits objects of mathematical interest, but contrary to traditional exhibitions, these object can – or rather must – be touched by visitors.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/535761
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact