In this paper we examined the measures in support of the typical agro-food products in the framework of Axis 3 of the Rural Development Programmes in Italy. These measures improving quality of life and encouraging diversification in the Italians rural areas in application of Regulations CE 1698/2005. Successively, the measures have been analyzed in the perspective of the experience economy, through a systemic-hierarchical model that has put in evidence as the typical products can supply new differentiated services (tastings, experiences etc.). In such a way some points of weakness that characterize the commercialization of the typical products could be resolved.

In questo lavoro sono stati esaminati gli interventi a sostegno delle produzioni agroalimentari tipiche previste nelle misure dell’Asse 3 dei 21 Programmi di Sviluppo Rurale (PSR) attualmente in vigore in Italia che, in applicazione del Regolamento CE 1698/2005 mirano a diversificare le attività economiche nelle aree rurali delle regioni italiane. Successivamente, tali interventi sono stati analizzati nella prospettiva dell’economia delle esperienze, secondo un modello gerarchico-sistemico che ha messo in evidenza come tale approccio possa contribuire a rendere i prodotti tipici beni differenziati e difficilmente massificabili, attraverso alcuni nuovi servizi che gli stessi possono creare (degustazione, esperienze di visita ecc.). In tal modo si potrebbero superare, o quanto meno attenuare, alcuni punti di debolezza che, da sempre, ne limitano la commercializzazione e la valorizzazione.

Le politiche di sviluppo rurale a sostegno dei prodoti tipici; un'analisi nella prospettiva dell'economia delle esperienze

PECORINO, Biagio;PAPPALARDO, GIOACCHINO
2010

Abstract

In questo lavoro sono stati esaminati gli interventi a sostegno delle produzioni agroalimentari tipiche previste nelle misure dell’Asse 3 dei 21 Programmi di Sviluppo Rurale (PSR) attualmente in vigore in Italia che, in applicazione del Regolamento CE 1698/2005 mirano a diversificare le attività economiche nelle aree rurali delle regioni italiane. Successivamente, tali interventi sono stati analizzati nella prospettiva dell’economia delle esperienze, secondo un modello gerarchico-sistemico che ha messo in evidenza come tale approccio possa contribuire a rendere i prodotti tipici beni differenziati e difficilmente massificabili, attraverso alcuni nuovi servizi che gli stessi possono creare (degustazione, esperienze di visita ecc.). In tal modo si potrebbero superare, o quanto meno attenuare, alcuni punti di debolezza che, da sempre, ne limitano la commercializzazione e la valorizzazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/6619
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact