“Fortini, Goethe, e gli spettri del negativo”