Università, potere e rivoluzione: docenti "in prima linea"