Richard M. Hare has pointed out that it is wrong to assume that Kantianism and utilitarianism have to be at odds. Indeed, Kant claims that we are to give equal respect to everybody's wills-for-ends, including our own, and this is what utilitarianism also binds us to do. I show here that Kant’s account of duties is embedded within his concept of a rational person, centered on the system described in the "Groundwork", the "Methaphysics of Morals" and his late political writings (1790-1798). The Kantian system of the duties is the core of his political philosophy, and has something to do with universal prescriptivism.

Richard M. Hare ha sostenuto che è errato assumere che kantismo e utilitarismo abbiano poco a che fare. Indubbiamente, Kant afferma che dobbiamo accordare eguale rispetto alla volontà teleologicamente orientata di ogni individuo, inclusa la nostra, e questo è ciò che l'utilitarismo prescrive di fare. In questo lavoro sostengo che il concetto kantiano di dovere è strettamente connesso al concetto kantiano di persona razionale, così come articolato nel sistema descritto nei "Fondamenti della metafisica dei costumi", nella "Dottrina della virtù" della "Metafisica dei costumi" e negli ultimi scritti politici (1790-1798). Il sistema kantiano dei doveri, così, appare come il fulcro della filosofia politica di Kant, presentando elementi non dissonanti con l'idea di prescrittivismo universale.

Universalità del dovere e concetto di persona. Le radici di senso della filosofia politica kantiana

SCIACCA, Fabrizio
2009

Abstract

Richard M. Hare ha sostenuto che è errato assumere che kantismo e utilitarismo abbiano poco a che fare. Indubbiamente, Kant afferma che dobbiamo accordare eguale rispetto alla volontà teleologicamente orientata di ogni individuo, inclusa la nostra, e questo è ciò che l'utilitarismo prescrive di fare. In questo lavoro sostengo che il concetto kantiano di dovere è strettamente connesso al concetto kantiano di persona razionale, così come articolato nel sistema descritto nei "Fondamenti della metafisica dei costumi", nella "Dottrina della virtù" della "Metafisica dei costumi" e negli ultimi scritti politici (1790-1798). Il sistema kantiano dei doveri, così, appare come il fulcro della filosofia politica di Kant, presentando elementi non dissonanti con l'idea di prescrittivismo universale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11769/9224
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact