«Non ho mai smesso di considerarmi un fotografo che scrive». I fototesti di Ferdinando Scianna